Chr-Endres_2_1920

Sviluppatore di ottoni

Christoph Endres

Sviluppatore di ottoni

Christoph Endres

Pochi sanno che cosa vuol dire “bordare” e ancora meno sanno farlo. Tra quei pochi, c’è Christoph Endres. L’officina del maestro degli ottoni a fiato, “Blech in Nürnberg”, si trova nella parte sud di Norimberga. Con esattezza, nel quartiere di Galgenhof, vicino al centro storico. Nato a Norimberga, questo ragazzo costruisce strumenti a fiato in ottone, secondo la tradizione manifatturiera.

L’arte della bordatura

“La bordatura è una fase di lavoro della costruzione di una tromba” spiega Endres. "Ovviamente esiste solo nella lavorazione manuale. Durante la bordatura, l'anello in ferro viene inserito nella campana della tromba e, effettuando un giro, viene circondato da quest’ultimo. Ciò garantisce stabilità.” Per gli strumenti prodotti meccanicamente, la maggior parte di fasi di lavoro come queste non esistono più. Con una punta, Endres disegna le forme nella lastra di lamiera, le taglia con una cesoia e poi le batte per bene con un martello in legno, ma questa è solo uno dei numerosi movimenti necessari per la costruzione di una tromba.

Christoph Endres

Endres investe ben 40 ore di lavoro su un unico strumento, e costruisce solo su ordinazione. Vale la pena aspettare. Una della maggiori differenze rispetto agli strumenti costruiti in fabbrica sta nel fatto che: “La risposta del suono è molto migliore”, spiega Endres. “Gli strumenti costruiti a mano subiscono una maggiore pressione e hanno quindi suoni più armonici.”

Lo sa anche Stefan Schalander, trombettista della band di Bamberga Kellerkommando, che partecipa al Brass Festival. Tre delle sue cinque trombe le ha costruite Endres. Una l’ha persino sviluppata insieme al maestro. Sul palco, Schalander voleva suonare una tromba tedesca con valvola rotativa. Questa, in qualità di tromba da orchestra, è tuttavia troppo pesante e troppo debole per i selvaggi show sul palco della Kellerkommando.

'Abbiamo fatto della tromba tedesca uno strumento moderno'

Per ben due anni Endres ha provato diverse ampiezze di rifrazione, tubi e boccagli, facendo fare prove a Schalander. Alla fine ci è riuscito: “Abbiamo fatto della tromba tedesca uno strumento moderno”, dice Schalander. È leggera come una tromba Perinet e il suono è spiccato, ma ha comunque il caratteristico timbro delle trombe tedesche.

ChrEndres_Zubehör
ChrEndres_Zubehör2

Gli sviluppi di Endres non sarebbero stati possibili se la sua sede di lavoro non si fosse trovata in Baviera: “Abbiamo tantissime aziende high-tech con un elevato livello tecnologico. Ne ho bisogno per i miei prototipi”, dice Endres. Norimberga possiede infatti un'antica tradizione manifatturiera, proprio come quella esclusiva degli strumenti a fiato: fino al XVI secolo, la metropoli francone era l’unica città del mondo in cui si potevano costruire strumenti a fiato in ottone.

'Anche i musicisti per hobby vorranno assolutamente farsi costruire a mano un ottimo strumento.'

Molte delle tipologie viste presso Endres, non esistono più. “A Berlino non si costruiscono più trombe tradizionali a mano”, dice Endres. Tuttavia, in Baviera va chiaramente molto meglio. Qui ci sono almeno ancora 60 maestri e ogni anno circa sei apprendisti iniziano la formazione. Grazie alla moda del Brass, questo numero è anche aumentato. Endres se lo immagina già: “Anche i musicisti per hobby vorranno assolutamente farsi costruire a mano un ottimo strumento.”

ChrEndres_Einzelstück
Blech in Nürnberg Christoph Endres
/
indirizzo: Humboldtstraße 140 , 90459 Nürnberg
Tel: +49 911 - 4399 639
/
email: endres1@blechin.de
/
sito web: //www.blechin.de/